Casa Famiglia Arcobaleno

cfa-01

La struttura è una piccola villetta con ampio terreno intorno situato nella periferia di Rieti. La casa è organizzata su due piani con scale e ascensore dispone di : al piano superiore 3 camere da letto, e un bagno; al piano terra 1cucina, 1 sala da pranzo con camino,1 salone per le attività ludiche, 1 bagno, lavanderia – ripostiglio e 1 camera da letto per le emergenze.

Utenza: minori di età compresa tra 6 e 13 anni e mamme con figli.
Operatività: 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno.
Capienza: 5 posti per accoglienza residenziale
1 posto per accoglienza residenziale per situazioni d’emergenza
2 posti per accoglienza semiresidenziale.

OBIETTIVI EDUCATIVI

La Casa del Bambino si caratterizza per l’intervento di figure educative professionali che assumono punti di riferimento autorevoli, non tralasciando quegli aspetti essenziali tipici della funzione genitoriale. L’équipe nello svolgere il proprio compito educativo tiene conto di due elementi fondamentali: contenimento e sviluppo della persona.
All’interno di tale polarità, si perseguono obiettivi educativi quali:

matita Offrire un contesto di cura e tutela
matita Promuovere lo sviluppo identitario della persona
matita Promuovere l’autonomia personale
matita Favorire lo sviluppo delle capacità relazionali
matita Ricalibrare ruoli e relazioni intrafamiliari
adult-kids01

L’EQUIPE EDUCATIVA

Si propone di creare e garantire un clima di familiarità e un’accoglienza incondizionata: un ambiente “casa” (‘caldo’, personalizzato e positivo); un progetto educativo individualizzato; una relazione educativa personale con ogni minore accolto (la familiarità della relazione, garantire al ragazzo la possibilità di stabilire relazioni significative, punti di riferimento affettivi, senza temere l’attaccamento del ragazzo, con il conseguente dolore della separazione, ma rispettando il delicato equilibrio psicologico tra coinvolgimento e distacco da parte degli operatori .

adult-kids03

Tutte le decisioni che riguardano la gestione della casa, gli orientamenti educativi, le scelte pragmatiche, sono concordate e condivise da tutti gli operatori, che devono agire come un “unico corpo”, con un orientamento omogeneo. Non è il singolo operatore che educa ma l’équipe educativa che, come comunità “familiare”, valorizza le specificità individuali degli operatori, ne individua le responsabilità personali e le capacità singolari di incarnare le scelte collettive nel proprio comportamento e nella relazione individuale con ogni ragazzo.

L’equipe educativa inoltre, si avvale della collaborazione di specialisti, medici e neuropsichiatri infantili di strutture pubbliche e private.

ATTIVITA’

Fin dall’inserimento vengono elaborati, con i ragazzi e con i servizi sociali di riferimento, progetti finalizzati all’inserimento sociale, promuovendo la partecipazione ad attività esterne alla struttura, al fine di favorire una sempre maggiore integrazione dei minori nel contesto territoriale.

All’interno della struttura ogni momento della giornata sarà organizzato secondo finalità educative. Le attività quali colloqui personali, incontri di gruppo, compiti di gestione della casa, attività ludico-ricreative traducono la filosofia educativa del servizio.

img-01


Diocesi di Rieti - Locandina Casa Famiglia Arcobaleno




Contatore siti